Bruges: «Al bar non serviamo gli ebrei».E lo sbattono fuori

«Al bar non serviamo gli ebrei».E lo sbattono fuori

Cacciato perchè non si toglie la kippah. Il professore americano in visita nella città fiamminga non è stato ascoltato nemmeno dalle autorità di polizia

immagine.jpg

6 Febbraio 2008 – Qui non si servono gli ebrei: nel 2008 e nel Paese del multilinguismo c’è ancora chi pronuncia queste parole. Un professore americano in visita a Bruges, cittadina fiamminga poco distante da Bruxelles, è stato respinto da una bar del centro perchè non ha nascosto di essere di religione ebraica.

Entrando nel punto di ristoro per prendere un caffè, Marcel Kalmann toglie cappello e sciarpa di lana, butta l’occhio qua e là per cercare un tavolino, e tiene sul capo l’affezionata kippah, il berretto che gli ebrei osservanti indossando non solo al momento della preghiera, ma in tutte le ore del giorno, in segno di rispetto per «colui che è in cielo».

Il padrone del bar se n’è accorto in un batter d’occhio, e senza pensarci sù due volte l’ha invitato ad uscire in modo poco elegante. Offeso, risentito e convinto dello scarso rispetto riservatogli, Marcel Kalmann esce dal bar e si reca alla prima stazione di polizia, certo di ricevere, almeno da parte delle autorità, la giusta attenzione.

Ma i fiamminghi non si smentiscono mai. Dopo aver messo nero su bianco la sua dichiarazione in inglese, i funzionari di Bruges ne hanno reclamato la trascrizione in olandese, facendogli chiaramente capire che non credevano alla sua testimonianza. Le prime difese sono arrivate troppo tardi: il borgomastro della città Patrick Moenaert ha chiesto scusa al professore per i «comportamenti inappropriati» dei suoi cittadini quando Marcel Kalmann aveva già deciso di pubblicare la sua storia sul mensile «Joods Actueel» (Ebrei oggi) e di esporre il reclamo al Comitato belga che supervisiona i servizi di polizia.

Liberali per Israele

Annunci

Una Risposta to “Bruges: «Al bar non serviamo gli ebrei».E lo sbattono fuori”

  1. eva-marie haffert Says:

    ONGELOOFLIJK!! 2008 è abbiamo ancora problemi di razismo..è una vergogna che un paese estremamente civile come il Belgio, fà ancora differenza fra razze o in questo caso religioni…
    Sono Olandese ma mi vergogna profondamente per l’inciviltà che si trova ancora dalle parte nostre…
    Qui al Sud, ci ammirano per la nostra modernità, libertà di pensiero e di fatto…. ma per l’enissima volta dimostriamo di non essere all’altezza… Ciao Marc! Eva


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: