Antisemitismo di sinistra

Antisemitismo di sinistra

di Al Vetriolo

Ci mancava soltanto il gesto clamoroso, la pubblica manifestazione di un sentimento ostile che da anni ormai andava avanzando. Il boicottaggio dei libri israeliani alla Fiera del Libro di Torino, avanzato da alcuni “intellettuali” arabi, e supportato a pieni polmoni da tutta la sinistra radicale italiana, rappresenta la più evidente manifestazione di un diffuso antisemitismo che nel nostro Paese coinvolge soprattutto la parte sinistra dell’emisfero costituzionale.

I fatti: la Fiera del Libro di Torino rappresenta da anni la più importante vetrina culturale ed editoriale del nostro paese, una kermesse che incalza da vicino a livello europeo la più importante Fiera di Francoforte. Quest’anno gli organizzatori, una fondazione mista pubblico-privato che vede Regione, Provincia e Comune fianco a fianco con gli imprenditori della città sabauda, ha deciso di dedicare la Fiera alla letteratura israeliana in occasione del 60esimo anno di fondazione dello Stato di Israele. Nomi importanti della letteratura di quel paese, alcuni in odore di Premio Nobel, come Amos Oz, David Grossmann, Abraham Yehoshua, erano quindi attesi alla Fiera per la presentazione di libri o per la partecipazione a dibattiti e convegni.

Nomi indicustibili dal punto di vista culturale e, al di fuori di ogni sospetto anche sul versante politico: i tre sono infatti da tempo in prima linea nel sostenere la necessità di uno stato palestinese a fianco di quello israeliano. David Grossmann ci ha pure perso un figlio in quella infinita e maledetta guerra di terra e religione. Nulla a che vedere dunque con le azioni del proprio Governo, oggetto dell’ostilità da parte di chi richiede il boicottaggio.

Hanno iniziato no-global e antagonisti con occupazioni e muri imbrattati al grido di “No Israele”. Il resto lo hanno fatto i giornali di area come Liberazione e il Manifesto (ma il fondatore Valentino Parlato si è pubblicamente dissociato ricevendo in cambio migliaia di lettere di insulti dai suoi lettori). Infine i politici: da Diliberto a Caruso concordi nell’appoggiare la richiesta di boicottaggio.

Non è mai un bel segno di democrazia e libertà il boicottaggio culturale. Soprattutto quando riguarda i libri. E soprattutto quando questi libri hanno a che fare con un popolo che, proprio da un rogo di libri, ha visto iniziare la peggiore operazione di sterminio che la storia dell’umanità ricordi.

Non è un bel segno il silenzio di molti, troppi politici e opinion leader nazionale, soprattutto a sinistra dello schieramento. Non è un bel segno che anche nella nostra città nessun assessore o consigliere comunale abbia deciso di alzare la voce per difendere il diritto all’esistenza di un popolo, quello israeliano, che nulla ha che vedere con le azioni del suo Governo.

Soltanto una settimana fa tutti si riempivano la bocca e si facevano belli in occasione della “Giornata della Memoria” anche il sindaco Delrio e gli assessori Catellani e Spadoni. Ventiquattr’ore ininterrotte di dibattiti, iniziative, programmi televisivi al grido di “Mai più Auschwitz”. E poi è calato il silenzio. Come per tutti gli altri 364 giorni dell’anno soltanto le voci di chi sostiene “No Israele” ha trovato diritto di cittadinanza. Piccoli antisemiti crescono.

Reporter.it

Advertisements

2 Risposte to “Antisemitismo di sinistra”

  1. marco Says:

    bravo, e guarda a caso anche la storia del blog con i prof. ebrei. E in tv cosa si sente?? Che stiamo tornando al fascismo!! non dicono che quelli sono comunisti e di sinistra!!!

  2. Daniele Coppin Says:

    L’antisemitismo dell’estrema sinistra è un fatto. Il fatto che i toni da questo usato contro gli ebrei siano gli stessi dell’estrema destra è anch’esso un fatto.
    Credo che, una volta evidenziato il fenomeno, sia necessario “fare muro”, tanto a destra quanto a sinistra, contro questi fenomeni, senza tentennamenti, distinguo ed equivicinanze di sorta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: