A fuoco la sede di Fatah a Gaza

A fuoco la sede di Fatah a Gaza

07-04-2008 Gaza – Ieri mattina, l’ufficio di Fatah nella Striscia di Gaza, Marji’yya, è stato dato alle fiamme da uomini successivamente identificati dalla polizia del governo Hamas.

Il portavoce del ministero dell’Interno ha dichiarato che gli assalitori sono persone di Fatah a cui il governo di Ramallah ha negato lo stipendio negli ultimi mesi.

Circa 40 mila dipendenti dell’Autorità nazionale palestinese non ricevono più lo stipendio dopo la presa di potere sulla Striscia di Gaza da parte di Hamas e il boicottaggio da parte del governo dell’Anp costituitosi a Ramallah e guidato da Abbas e Fayyad.

Siria conferma centri ascolto anti-Israele

Siria conferma ma Iran smentisce centri ascolto anti-Israele

Damasco: le piattaforme non sono un segreto

ROMA, 3 apr. (Apcom) – Damasco conferma la presenza di stazioni d’ascolto sul proprio territorio, come denunciato ieri da Israele, ma Teheran smentisce. Lo riferisce stamane il quotidiano panarabo al Sharq al Awsat.

“La presenza di queste piatteforme non è un segreto, la Siria effettua tutto il necessario per la difesa del proprio territorio e per fare questo si fa aiutare da esperienze militari adeguate”, ha affermato al giornale arabo il deputato Mohammed Habash, presidente della Commissione parlamentare per le relazioni siriano-iraniane.

Contattato telefonicamente da al Sharq al Awsat, il consigliere stampa dell’ambasciata iraniana a Damasco smentisce interrogando il giornale: “Come potrebbe l’Iran installare queste stazioni in Siria? E quale sarebbe la società che avrebbe eseguito i lavori?”

Ieri i servizi di sicurezza israeliani hanno denunciato l’installazione in Siria di sofisticate stazioni d’ascolto iraniane, per intercettare le comunicazioni dell’esercito israeliano. Per tale ragione sono state adottate misure di sicurezza, come ad esempio il divieto agli alti funzionari di entrare con i cellulari negli uffici dove si discutono informazioni riservate. Israele considera l’Iran come la principale minaccia nella regione.

(Alice News, 3 aprile 2008)