Israele: “regoleremo i conti con Hamas”

MO: Israele, regoleremo i conti con Hamas

(ANSA) – GERUSALEMME, 10 APR – Israele ‘regolera’ i suoi conti con Hamas’, afferma il viceministro israeliano alla difesa, Matan Vilnai. La dichiarazione giunge dopo il tentativo di infiltrazione nel territorio dello stato ebraico compiuto ieri dal valico fra di Karni (Mintar), nel nord della Striscia di Gaza, costato la vita a due civili israeliani.’Hamas – aggiunge Vilnai – e’ il solo responsabile di cio’ che accade nella Striscia di Gaza. Sceglieremo il momento e il luogo piu’ opportuno’.

Militanti palestinesi volevano rapire soldati israeliani a Nahal Oz

Militanti palestinesi volevano rapire soldati israeliani a Nahal Oz

GERUSALEMME, 9 apr. – (Adnkronos) – Un portavoce del gruppo palestinese dei comitati di Resistenza Popolare ha detto che l’attacco di oggi al terminal di Nahal Oz aveva come scopo il rapimento di soldati israeliani. “L’obiettivo dell’attacco era rapire soldati israeliani e rompere l’assedio alla Striscia”, ha detto il portavoce Abu Mujahed, intervistato dalla rete televisiva araba al Jazeera. Il soldato Gilad Shalit fu rapito in una simile operazione in territorio israeliano nel giugno 2006 ed e’ ancora prigioniero nella Striscia di Gaza.

(IGN, 9 aprile 2008)

Commando palestinese uccide due civili israeliani

09/04/2008 Due civili trentenni israeliani uccisi mercoledì pomeriggio da un commando palestinese presso il terminal di Nahal Oz (che fornisce carburante alla striscia di Gaza). Nello scontro a fuoco che ne è seguito, morti anche due degli attaccanti. Fonti palestinesi hanno attribuito l’attacco alle Brigate al-Quds (Jihad Islamica), alle Brigate Salah al-Din (Comitati di resistenza Popolare) e alle Brigate Martiri di al-Aqsa (Fatah).

(Fonte: Israele.net)