L’Islam italiano si organizza senza l’Ucoii

L’Islam italiano si organizza senza l’Ucoii

L\'edizione del Corano edita sotto la supervisione dell\'UCOII

L’edizione del Corano edita sotto la supervisione dell’UCOII

di Dimitri Buffa

La Consulta islamica voluta dal ministro dell’Interno Giuliano Amato è fallita e di fatto non esiste più dopo che gli estremisti dell’Ucoii, notoriamente legati ai Fratelli musulmani egiziani (che condividono fra l’altro l‘ideologia dell’odio anti occidentale di Hamas) hanno rifiutato di firmare la carta dei valori condivisi. Che poi sono quelli della Costituzione italiana.

Dalle sue ceneri, ieri è nata la Federazione delle comunità islamiche in Italia. Un’entità voluta proprio da tutti i moderati dell’Islam italiano che invece quella carta vollero a suo tempo firmare. La federazione ha visto la luce alla presenza proprio del ministro Amato che evidentemente non vuole passare alla storia come quello che ha fallito per non avere avuto il coraggio di cacciare l’Ucoii dalla vecchia consulta islamica. Così l’escamotage è stato quello di far nascere un nuovo organismo consultivo da cui l’Ucoii è rimasta fuori in partenza.

Amato ha anche precisato che l’Ucoii resterà fuori da una possibile intesa tra stato e islam per l’8 per mille, e si tratta di tanti soldi. Amato ha dichiarato che “coloro che non vollero firmare la Carta dei Valori sono fuori dal percorso che il Ministero immagina per arrivare a una intesa”. Naturalmente Amato passerà presto la mano e non è certo che il nuovo inquilino del Viminale abbia la stessa fretta di siglare una convenzione con l’islam italiano. Specie se dovesse trattarsi di un ministro leghista. Dal Carroccio infatti ieri sono arrivati i primi “niet” a qualunque intesa economica tra stato e islam, moderato o fanatico che sia.

Quel che è certo è che l’Ucoii resterà fuori da ogni futura intesa politica o economica con lo stato italiano. E il presidente nazionale del Partito degli immigrati, Moustaphà Mansouri, esulta per questa svolta e rivendica i propri meriti nell’aver denunciato da tempo la pericolosità di chi non vuole integrarsi secondo le regole della costituzione italiana: “Prendiamo atto che il Ministro Amato, grazie anche alle nostre continue denunce e segnalazioni, ha preso la decisione più giusta, vista l’intransigenza e l’impossibilità di instaurare qualsiasi forma di dialogo con le frange più radicali dell’islam italiano; questo porterà sicuramente ad un miglioramento e ad una proficua collaborazione fra gli organi rappresentativi dei musulmani moderati e lo Stato Italiano”.

Insomma, ora che l’Ucoii è stato finalmente messo fuori gioco, con gli altri esponenti del mondo islamico nazionale un accordo di ampio respiro potrà essere siglato. Non a caso oggi, 24 aprile, il candidato sindaco di Roma per il PdL, Gianni Alemanno, incontrerà gli islamici moderati che hanno lasciato Rutelli perché aveva in lista il leader dei giovani dell’Ucoii Khaklid Chouaki. L’incontro avrà luogo nella Grande Moschea di Roma a Forte Antenne. L’unica riconosciuta dallo Stato italiano come ente di culto islamico e forse anche la più grande artefice dell’esclusione dell’Ucoii da ogni futura intesa con l’Italia.

L’Occidentale

Annunci

5 Risposte to “L’Islam italiano si organizza senza l’Ucoii”

  1. Fahmi Hashlamoun Says:

    La nascita di una nuova organizzazione islamica in Italia che raggruppa un discreto numero di associazioni sparsi sul territorio è sempre un fatto positivo, independentemente dall’atteggiamento ideologico o politico. Senza dubbio il continuo linciaggio dell’Ucoii mi ricorda lo sterminio degli ebrei italiani, a tale proposito non intendo fare commenti.
    Il dramma dei musulmani in Italia di certo non è L’Ucoii o i fondatori della nuova federazione delle comunità islamiche, ma la persecuzione continua e il rifiuto assoluto da parte dei politici razzisti e l’estremismo cattolico. Ogni giorno viviamo sulla nostra pelle lo sterminio prima ha toccato agli ebrei e oggi e domani toccherà a noi. Un articolo pieno di Odio, avrei voluto leggere la notizia che non è più notizia ma solo Odio da crociati, Ghihadisti Cattolici.

  2. Focus on Israel Says:

    Purtroppo l’UCOII non ha ancora chiarito quali siano le sue idee riguardanti la convivenza con gli altri e riguardo l’accettazione delle leggi vigenti in Italia…quando prenderà una posizione netta e non ambigua, e quando si libererà definitivamente di personaggi che ledono l’onorabilità di una asslociazione del genere sarà sempre troppo tardi….

    Sinceramente ad oggi non abbiamo notato alcun sterminio di musulmani in Italia

  3. assad hanif Says:

    per quel che mi riguarda io frequento una moschea dell’UCOII e non ci ho trovato niente di così terrificante.

    Sono “tornato all’islam” a partire da questa moschea, ma non ho assolutamente nessun problema a frequentare moschee di altre associazioni, sempre che:
    a) seguano la Sunna;
    b) che non siano sciiti nè abbiano a che fare con il terrorismo;
    c) che mi accettino come musulmano italiano convertito senza razzismi;
    d) che non facciano attività di proselitismo, io non sono iscritto all’UCOII ma mi ritengo musulmano a tutti gli effetti avendo recitato la Shahada di fronte a testimoni, e seguendo i 5 pilastri dell’Islam come insegnatomi.

    Per il resto, l’importante è che Islam sia, che si chiami X Y o Z mi è indifferente: come diceva Rhett Butler, francamente me ne infischio, a me basta pregare e stare bene con gli altri.

  4. assad hanif Says:

    ah, dimenticavo: degli ebrei, a me non me ne importa un fico secco: li ritengo gente che si chiude nel loro piccolo guscio, si sposa solo tra di loro, e fanno tutto solo per se stessi.

    Il Profeta (pbsl) dice che sono considerati “protetti” in quanto Gente del Libro, così come i cristiani, con la differenza che se salvo un cristiano da un pericolo mi dice almeno grazie, invece un ebreo è capace di spedirmi a Norimberga come gerarca nazista ringiovanito con metodi segreti dalle SS e magari per dire la verità è capace di chiedermi dei soldi…..ghgh^^

  5. Focus on Israel Says:

    Certo che per essere una persona che dice non avere nulla contro gli ebrei sei pieno di pregiudizi…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: