Wafa Sultan: un video da tramandare ai posteri

Nuovo Patriarca di Gerusalemme: Sabbah lascia, ma la politica di mistificazione e di attacco a Israele non cambia

NUOVO PATRIARCA, “NO AL MURO, SI’ A STATO PALESTINESE”

(AGI) – CdV, 21 giu. – ”E’ ora di farla finita con il muro, e’ ora di farla finita con i check-point, e’ ora di dare vita ad uno Stato palestinese”. Lo afferma il nuovo patriarca di Gerusalemme, mons. Fouad Twal, in un’intervista trasmessa dalla Radio Vaticana a commento della nomina pubblicata oggi. A dispetto della formazione diplomatica e degli anni di servizio in Vaticano, il successore di Sabbah non si discosta per nulla dalla sua linea, a cominciare dalla polemica sui visti che non vengono rilasciati ai religiosi.

”Il Patriarcato latino – ricorda – copre la Giordania, la Palestina e Israele e abbiamo bisogno di poterci spostare liberamente per poter svolgere i nostri compiti pastorali, non per parlare di politica. E invece siamo limitati: limitati perche’ fino ad oggi, Israele non si fida, Israele segue una politica della paura e la paura non e’ la condizione migliore per vivere e per condividere. Noi – spiega il nuovo Patriarca – vogliamo che tutti possano avere libero accesso ai Luoghi Santi, vogliamo la liberta’ per la gente che vive sul posto, per i nostri cristiani, quelli di Betlemme, di Ramallah, della Galilea, della Giordania, che possano visitare liberamente la Citta’ Santa, i Luoghi Santi. Finora – denuncia – questa grazia, questa benedizione, questa gioia ci sono state precluse”. (AGI)

Libano: esplosione causa numerosi feriti

Libano: esplosione causa numerosi feriti

Un’esplosione è avvenuta la notte scorsa in un’area controllata dai miliziani sciiti di Hezbollah, nel sud del Libano, che le forze di sicurezza hanno attribuito ad una mina scoppiata sotto un veicolo appartenente al gruppo di guerriglia anti-israeliana. Nel sito internet del quotidiano An Nahar si afferma che l’esplosione nella regione montagnosa di Jezzine, 70 chilometri a sudest di Beirut, ha causato numerosi feriti, soccorsi con ambulanze e accompagnati negli a Beirut sud, dove un gruppo sostenuto da iraniani gestisce un ospedale. 20/06/2008 11:37

Unione Sarda

Terrorismo/Canada: Hezbollah potrebbe attaccare obiettivi ebraici

TERRORISMO/ CANADA,HEZBOLLAH POTREBBE ATTACCARE OBIETTIVI EBRAICI

Lo riferiscono fonti di intelligence americane e canadesi

Roma, 20 giu. (Apcom) – I servizi di intelligence canadesi e americani hanno avvertito che ci sono segnali crescenti che l’Hezbollah libanese stia organizzando un attacco contro obiettivi ebraici in Canada, per vendicare l’assassinio dell’ex comandante del gruppo Imad Mughniyeh, avvenuto quattro mesi fa. Lo riportano i media israeliani, che rilanciano una notizia diffusa da Abc News.

Fonti di intelligence hanno riferito ad Abc News che in Canada ci sono cellule dormienti di Hezbollah, e che altri uomini del gruppo sono partiti dal Libano diretti in Nord America, Europa e Africa.

Secondo le fonti, non ci sono prove di un attacco imminente, ma i miliziani sciiti avrebbero preso di mira diverse sinagoghe a Toronto e l’ambasciata israeliana a Ottawa. Anche obiettivi in America Latina potrebbero essere colpiti.