Germania, chiuso campo estivo neo-nazi

Germania, chiuso campo estivo neo-nazi

Il capo degli agenti: cambio di strategia negli ambienti dell’estrema destra

Rimandati a casa 39 tra adolescenti e bambini. La polizia ha sequestrato molto materiale di propaganda.

La polizia tedesca ha fatto irruzione in un campo estivo nei pressi di Rostock, nel nord della Germania, organizzato da un gruppo neonazista. Trentanove, tra adolescenti e bambini, che frequentavano il centro sono stati rimandati alle loro famiglie.

MATERIALE E PROPAGANDA – La polizia ha rinvenuto abbondante materiale di propaganda neonazista, precisa il quotidiano tedesco Tagesspiegel. In un’intervista pubblicata oggi sul giornale, il capo della polizia tedesca Joerg Ziercke, ha confermato che è in corso un cambio di strategia nel movimento neonazista tedesco e che i gruppi neonazi adottano tattiche sempre più violente:

«CAMBIO DI STRATEGIA» – «Le aggressioni contro gruppi di sinistra e contro i poliziotti evidenziano un cambio di strategia – ha affermato Ziercke -. Vedo un nuovo genere, soprattutto dopo i disordini del primo maggio ad Amburgo». Ziercke ha aggiunto che è aumentato anche il numero degli incendi dolosi appiccati dagli estremisti di destra: 15 quelli registrati nei primi cinque mesi del 2008, cinque volte di più dello stesso periodo dello scorso anno.

Liberali per Israele

Annunci

Sunday Times: il generale siriano ucciso la settimana scorsa aveva aiutato Hezbollah ad armarsi

Sunday Times: il generale siriano ucciso la settimana scorsa aveva aiutato Hezbollah ad armarsi

Damasco – Il generale siriano Mohammed Suleiman assassinato la settimana scorsa in Siria aveva fatto pervenire a Hezbollah sofisticati missili SA-8 in grado di minacciare la superiorità aerea delle Forze di Difesa israeliane. Lo affermano fonti citate dal Sunday Times britannico. La settimana scorsa il governo libanese ha unanimemente approvato una linea politica che garantisce a Hezbollah l’esistenza armata e il diritto di “liberare le terre libanesi occupate”. Secondo fonti a Gerusalemme, la decisione rende di fatto il governo di Beirut complice delle aggressioni Hezbollah, rendendosene corresponsabile.

(Fonte: Israele.net, 11 Agosto 2008 )

Rafah: crolla tunnel che collegava la Striscia a Gaza all’Egitto, morti tre palestinesi e sei dispersi

M.O.: CROLLA TUNNEL VICINO A RAFAH, MORTI 3 PALESTINESI E 6 DISPERSI

Gaza City, 11 ago – I corpi di tre palestinesi sono stati trovati tra le macerie di un tunnel di contrabbando che collegava illecitamente l’Egitto e la Striscia di Gaza, mentre altri sei risultano dispersi. Lo hanno reso noto fonti mediche.

Secondo quanto riferito dalle fonti, il tunnel, che si trovava nei pressi del valico di Rafah, e’ crollato sabato scorso seppellendo i nove palestinesi.

Molti palestinesi sono rimasti uccisi negli ultimi mesi all’interno delle gallerie, costruite dalla popolazione palestinese per ovviare all’embrago decretato da Israele in risposta alla presa di potere del gruppo integralista. I tunnel sono spesso nascosti in case demolite e sono usati per il traffico di droga e armi ai miliziani, ma anche per il transito di persone ricercate e di donne senza documenti che si ricongiungono alle loro famiglie o che intendono sposarsi.

Il governo israeliano, ha accusato l’Egitto di non fare abbastanza contro la diffusa rete dei tunnel sotterranei.

(Fonte: Agenzia Asca)