Roma: scritte antisemite contro Marrazzo

Roma: scritte antisemite contro Marrazzo

Le scritte antisemite contro Marrazzo

Le scritte antisemite contro Marrazzo

“Servo degli ebrei” su una targa. E scoppia la protesta

di Renata Mambelli

Roma -È stata immediatamente cancellata dall´Ufficio Decoro urbano del Comune la scritta antisemita contro il presidente Pietro Marrazzo comparsa ieri mattina sul muro che costeggia il palazzo della Regione, in via Giovanni Genocchi: «Via Marrazzo servo degli ebrei». Moltissimi gli attestati di solidarietà che sono stati espressi a Marrazzo da tutte le forze politiche, dagli assessori della Regione, dal sindaco Alemanno e dal presidente del Senato Renato Schifani.

«Credo che nella vita ogni uomo debba decidere da che parte stare», ha commentato il presidente della Regione, «Io sto dalla parte di chi è stato vittima della Shoah, di un popolo che ha cercato la sua terra. Trovo queste scritte», ha aggiunto, «figlie di un clima insulso e inaccettabile». Piena solidarietà a Marrazzo e alla comunità ebraica è stata espressa dal presidente della provincia Nicola Zingaretti: «Forse la cosa più grave», ha detto, «è che qualcuno possa pensare che essere amico degli ebrei sia un insulto. Si tratta di un episodio gravissimo che deve essere condannato con fermezza e che vuole colpire i nostri valori fondamentali, alimentando senza alcun motivo sentimenti di odio e di violenza». «Nella nostra città non deve essere lasciato alcuno spazio ad atti di questo genere, generati dall´ignoranza e dalla stupidità», ha dichiarato il sindaco Alemanno, condannando «la grave provocazione di cui è stato vittima Marrazzo».

Le scritte contro il presidente della Regione per il deputato del Pdl e commissario di Roma di FI Gianni Sammarco sono indice di profonda ignoranza e intolleranza e una nuova offesa alla Comunità ebraica «che per l´ennesima volta deve sopportare inaccettabili offese». «Il vile gesto», nota il vicepresidente della Giunta regionale del Lazio Esterino Montino, «arriva proprio all´indomani del ritorno del presidente Marrazzo dalla visita dei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau e alla solidarietà e fratellanza dimostrata insieme alla comunità ebraica di Roma durante la fiaccolata di domenica scorsa in ricordo della deportazione degli ebrei romani nell´ottobre del 1943. È necessario più che mai che le istituzioni e la società civile collaborino e si adoperino per la memoria della storia e per la diffusione della cultura della tolleranza».

La più sentita e fraterna solidarietà al Governatore Marrazzo e alla Comunità ebraica è arrivata da Giancarlo Elia Valori, presidente di Sviluppo Lazio e dell´Associazione “Israele 60”, che si è augurato che le manifestazioni promosse dalla sua Associazione «Possano aiutare a sconfiggere quella sottocultura che inneggia all´odio a beneficio dell´affermazione dei valori della libertà, del rispetto e della tolleranza». Solidarietà a Piero Marrazzo per le scritte in via Genocchi dal consigliere del Pd alla Pisana Simone Gargano: «Si tratte di scritte inquietanti, figlie di un´ideologia che rigettiamo. Purtroppo notiamo che anche nella nostra regione non mancano episodi di intolleranza e ci auguriamo che tutte le forze politiche cooperino per isolare questi facinorosi».

(14 ottobre 2008 )

Repubblica.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: