Scritte antisemite a Roma, “Olocausto una menzogna”

SCRITTE ANTISEMITE A ROMA, “OLOCAUSTO UNA MENZOGNA”

di Carla Sannia

All’indomani del 65/esimo anniversario del rastrellamento nazista al ghetto di Roma, scritte antisemite e svastiche sono ricomparse sui muri della capitale. Netta e tempestiva è stata la condanna unanime, a partire dal sindaco Giannni Alemanno: “Esprimo la più ferma condanna e indignazione, non posso che stigmatizzare queste frasi vergognose, che alimentano l’antisemitismo, il razzismo e la xenofobia” ha detto il primo cittadino della capitale.

La scritta “L’olocausto è la più grande menzogna della storia. Il presidente iraniano Ahmadinejad”, è spuntata la notte scorsa, in caratteri neri su uno striscione bianco, sul ponte della tangenziale est, all’altezza della Batteria Nomentana. Era accompagnata da alcune svastiche ed era firmata Militia, come un’altra, che invita invece alla “autodifesa nazionale contro l’immigrazione”.

La paternità è quindi, come ha rilevato anche Alemanno, della stessa organizzazione che il 25 settembre, mentre il presidente del Senato Renato Schifani era in visita ad Auschwitz, aveva firmato sui muri del cimitero del Verano la scritta “Schifani l’ebreo sarai te”. E netta è stata la reazione proprio di Schifani: “invito questi giovani che si firmano Militia ad andare ad Auschwitz – ha detto – capiranno se l’ Olocausto c’é stato oppure no: abbiano questo coraggio”. Gli inquirenti dell’antiterrorismo della capitale, che hanno effettuato rilievi fotografici e scientifici per individuare gli autori dell’azione, si sono limitati ad osservare che questa iniziativa è da attribuire “a movimenti di estrema destra che già in passato a Roma si erano resi protagonisti di episodi analoghi”.

Alemanno, che si è augurato che “gli autori di questi atti vengano assicurati al più presto alla giustizia”, ha annunciato di aver immediatamente attivato l’ufficio del decoro urbano “per togliere questi striscioni spregevoli; Roma deve dire basta a gesti così indegni”. “Il razzismo si sconfigge solo con la coerenza dei comportamenti e con l’efficacia di una nuova cultura” ha dichiarato il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, mentre per il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo “se qualcuno, per assurdo, sostenesse che il razzismo non è mai esistito o che non è un pericolo capitale, c’é Militia con i suoi deliri a dimostragli chiaramente che si sbaglia”. Ma la recrudescenza di tali slogan non è limitata solo alla capitale perché la comparsa di scritte antisemite e razziste, questa volta firmate “Ultras Tharros”(sigla di cui si sta vagliando l’attendibilità), con il solito corredo di svastiche e croci celtiche, è stata segnalata anche in Sardegna, dove ad Oristano sono state tracciate, con uno spray nero, sui muri dell’istituto tecnico commerciale Mossa frasi contro gli ebrei,i romeni e cinesi.

Ansa

Advertisements

9 Risposte to “Scritte antisemite a Roma, “Olocausto una menzogna””

  1. Focus on Israel Says:

    Oristano, scritte razziste e antisemite

    Imbrattato l’istituto tecnico “Mossa”Inneggiano al razzismo e all’antisemitismo le scritte che “affrescano” la facciata dell’Istituto tecnico “Mossa” di Oristano. Una svastica e alcune croci celtiche accompagnano la vergogna di quei muri. Il raid risale alla notte tra lunedì e martedì, ma nessuno finora si è preoccupato di far cancellare le scritte.

    L’istituto tecnico “Mossa” appartiene alla Provincia, che proprio di recente aveva concluso i lavori di restauro della facciata. Anche il muro imbrattato con le scritte antisemite e razziste, in particolare nei confronti della Romania e dei cinesi, era stato appena riverniciato. Le scritte sono firmate “Ultras Tharros”, come già era avvenuto in passato, ma anche in questo caso l’attendibilità della firma è tutta da dimostrare. Per portare a termine il loro raid, gli autori hanno dovuto scavalcare la recinzione dell’Istituto e correre il rischio di essere colti sul fatto. L’istituto “Mossa” si trova infatti in una zona centrale della città, tra via Cagliari e viale Diaz, davanti al palazzo di giustizia.

    http://unionesarda.ilsole24ore.com/in_sardegna/?contentId=46281

  2. Daniele Coppin Says:

    Invece di parlare, il mondo politico dovrebbe agire. Da un governo finora distintosi per decisionismo ci si aspetterebbe, nei confronti di certi gruppuscoli neonazisti, la stessa celerità nell’emanare provvedimenti legislativi adottata in altri casi (Rom, emergenza rifiuti in Campania, scuola, ecc.). E invece niente. evidentemente anche nella destra di governo c’è, come già osservato in certa sinistra, un diffuso antisemitismo che solo personalità come Gianfranco Fini sono disposte a contrastare con energia. C’è veramente di che preoccuparsi!

  3. debora fait Says:

    Si c’e’ da preoccuparsi e non solo in Italia. Credo che l’Eurabia ormai sia una realta’ e vedremo a braccetto gli antisemiti di ogni estrazione.

  4. Giano Says:

    Ciò di cui bisogna preoccuparsi non sono queste scritte fatte da qualche disperato idiota in libera uscita. E’ molto più preoccupante la posizione di acquiescenza dell’Italia e dell’Europa nei confronti del terrorismo e dei suoi esponenti., nonchè nei confronti di Stati che quel terrorismo lo fomentano, lo agitano, lo addestrano e lo finanziano. Per esempio un Prodi che va a stringere la mano ad Ahmadinejad, sorridente e beato. Chi scrive sui muri può essere una caso isolato, ma Prodi ha un incarico ufficiale da parte dell’ONU. Perché sulla stampa nessuno ha stigmatizzato questa visita dell’ex (per fortuna) premier a Teheran? E’ una vergogna…

  5. Daniele Coppin Says:

    Giano, sicuramente l’acquiescenza dell’Europa di fronte all’arroganza di certi musulmani che, invece di chiedere legittimamente il rispetto della loro cultura, vorrebbero imporre le loro regole di vita e snaturare la natura laica del vecchio Continente, è un fatto grave contro il quale bisogna agire facendo comprendere ai governi europei la necessità di cambiare rotta. Tuttavia, anche le scritte antisemite sono gravi se ripetute e frequenti perché sono il sintomo di un atteggiamento delle masse nei confronti degli Ebrei che, se unito a quello del fondamentalismo islamico, fa veramente paura.

  6. Emiliano Says:

    Scusate Giano e Debora Fait, io proprio non capisco la vostra posizione… qui stiamo parlando di corpuscoli organizzati dell’estrema destra, che c’entrano Prodi e l’Eurabia? Questa è proprio la “tecnica” attraverso la quale la destra italiana si sta lavando le mani del problema antisemitismo e razzismo in generale, accusando “altri” di essere i principali responsabili di tutti i mali del mondo con la loro condiscendenza verso la diversità. Certo non sono io ad apprezzare la stretta di mano tra Prodi ed Ahmadinejad, ma di strette di mano “diplomatiche” – con il sangue ancora fresco – nella Storia del mondo se ne sono viste parecchie… rioportiamo per favore il problema alla dimensione di una cultura assente, di un terreno fertile al razzismo di ogni genere – io stesso passando sotto il ponte ho visto che oltre alla scritta di cui si parla in questo post ne è apparsa un’altra con scritto “fuori i negri dall’Italia”…

  7. In Difesa di Israele Says:

    Carissimi, vi scrivo per segnalarvi una cosa di cui sicuramente sarete già a conoscenza e cioè che Msn Gruppi ( http://groups.msn.com )svolge un’attività veramente lodevole nei confronti dei gruppi che mandano materiale antisemita e negazionista dell’Olocausto.
    Recentemente Msn Gruppi ha chiuso d’ufficio il gruppo estremista “Resistenza e Libertà -Comunità Oltretorrente” ( http://groups.msn.com/%E2%80%8BResistenzaeLibertaComunitaOltretorrente )che veniva usato per la diffusione di materiale pesantemente antisemita e contro lo Stato Ebraico d’Israele.
    Se qualcuno di voi conosce gruppi su Msn che diffamano lo Stato Ebraico d’Israele, diffondono materiale antisemita e/o comunque diffamatorio può segnalarli tramite il feedback presente alla pagina: https://support.msn.com/eform.aspx?productKey=groups&ct=eformts&scrx=1 ,riceverà risposta entro 24 ore dalla segnalazione.
    Cordiali saluti
    In difesa di Israele (indifesadisraele@gmail.com )

  8. Osservatorio Antisemitismo Says:

    ROMA: SCRITTE NAZISTE CONTRO ANNA FRANK

    Scritte razziste e naziste contro Anna Frank sono state tracciate in un quartiere della città. Il sindaco Alemanno e il deputato del Pd Gasbarra hanno condannato l’episodio. Gasbarra ha proposto che le scuole romane dedichino un giorno alla vita e agli scritti di Anna Frank.

    Fonte: Articolo di giornale L’Unità

    Data di pubblicazione: 04/10/2008

    http://www.osservatorioantisemitismo.it/scheda_evento.asp?number=1708&idmacro=1&n_macro=2&idtipo=59


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: