Una normale giornata israeliana….

Una normale giornata israeliana….

Ecco il risultato dei lanci di razzi Qassam....e questa volta è andata bene visto che nessuno ha perso la vita!

Ecco il risultato dei lanci di razzi Qassam....e questa volta è andata bene visto che nessuno ha perso la vita!

Gaza, 13/11/2008 – Missile Qassam palestinese lanciato mercoledì notte dalla striscia di Gaza verso Israele si è abbattuto nei pressi di Sderot.

Gaza, 13/11/2008 – Due missili Qassam palestinesi lanciati mercoledì sera dalla striscia di Gaza verso Israele si sono abbattuti su un terreno non edificato nella zona di Shaar HaNegev.

Gaza, 13/11/2008 – Due granate di mortaio palestinesi lanciate mercoledì pomeriggio dalla striscia di Gaza verso Israele si sono abbattute sul Negev occidentale.

Gaza, 13/11/2008 – Quattro granate di mortaio palestinesi lanciate mercoledì dalla striscia di Gaza verso Israele si sono abbattute vicino a Nahal Oz.

Gaza, 13/11/2008 – Sventato tentativo di infiltrazione terroristica. Quattro terroristi sono stati abbattuti mercoledì dalle Forze di Difesa israeliane vicino al valico di Kissufim tra Israele e striscia di Gaza. Un soldato è rimasto leggermente ferito. Trovati mitra e granate sui terroristi abbattuti, che erano membri di Hamas.

Gaza, 13/11/2008 – Tre granate di mortaio palestinesi sono state lanciate mercoledì mattina verso il valico di Kissufim tra Israele e striscia di Gaza.

(Fonte: Israele.net , ynetnews , Israel national news)

Annunci

Una Risposta to “Una normale giornata israeliana….”

  1. Lady Ginevra Says:

    Quando salii sull’aereo che da Israele mi avrebbe riportato in Italia, un grosso punto interrogativo aleggiava sulla mia testa: starò facendo la cosa giusta?

    Già, perché io sono italiana, e volevo tornare nella mia patria, sentire la mia lingua, ricongiungermi alla mia famiglia. Ma in Israele ero stata felice. Sentivo qualcosa che mi tratteneva là, in quel paese più vero, dove la vita ha un valore, dove è lontana la superficialità e lo scarso spessore morale dell’occidente. Un Paese di idealisti (a parte le dovute eccezioni che non mancano da nessuna parte), di gente coraggiosa, altruista, che non guardava il proprio orticello come siamo abituati a vedere qua, che non aveva nessun timore di esporsi.

    Ho subito il fascino di Israele, lo conservo nel cuore, e avrei voluto che un motivo qualsiasi mi trattenesse lì.

    Per anni, lustri e decenni, mi sono chiesta se avessi fatto bene o meno a tornare, se avessi preso la decisione giusta.

    Con l’intifada, con gli attentati continui, ammetto di aver pensato di aver fatto bene a tornare: ma quando mi capita di incontrare o sentire qualcuno che vive là, non posso non ammirare, se non addirittura invidiare il coraggio, e quello spirito sempre teso a costruire, a difendere la vita.

    Non mi sento a mio agio a starmene qua.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: