Abu Mazen: “La strada dei martiri, di Yasser Arafat, di George Habash e di Ahmed Yassin, è la nostra strada e mira a confermare le risoluzioni nazionaliste e sovrane palestinesi”

Abu Mazen: “La strada dei martiri, di Yasser Arafat, di George Habash e di Ahmed Yassin, è la nostra strada e mira a confermare le risoluzioni nazionaliste e sovrane palestinesi”

05_01_06_zionistenemy-x

12/11/2008 “La strada dei martiri, di Yasser Arafat, di George Habash (fondatore dell’Fplp) e di Ahmed Yassin (fondatore di Hamas), è la nostra strada e mira a confermare le risoluzioni nazionaliste e sovrane palestinesi”. Lo ha detto martedì il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) durante le celebrazioni alla Muqata di Ramallah (Cisgiordania) per il quarto anniversario della morte di Arafat. Ed ha aggiunto: “Non verrà concluso nessun accordo con Israele senza la liberazione dei prigionieri palestinesi. Proseguiremo sulla via tracciata da Arafat fino alla creazione di uno stato palestinese con Gerusalemme capitale”.

(Fonte: Israele.net)

Cisgiordania: sventato attentato

Cisgiordania: sventato attentato

Uno dei "terribili" checkpoint israeliani

Uno dei “terribili” checkpoint israeliani che secondo i soliti benpensanti che parlano senza conoscere i fatti sono assolutamente inutili: peccato che servano ad evitare gli attentati….

11/11/2008 Attentato sventato: soldati israeliani hanno scoperto in tempo un ordigno esplosivo nel bagaglio di un palestinese a un posto di blocco a sud-est di Jenin (Cisgiordania).

(Fonte: Israele.net)

Per ulteriori informazioni cliccare qui

Kalkilya (Cisgiordania): palestinesi sparano sui soldati israeliani

Kalkilya (Cisgiordania): palestinesi sparano sui soldati israeliani

terrorismo-palestinese

10/11/2008 Palestinesi hanno aperto il fuoco domenica sera su soldati israeliani in servizio a Kalkilya (Cisgiordania). I soldati hanno risposto al fuoco.

(Fonte: Israele.net)

Hawara: altro attentato sventato

Hawara: altro attentato sventato

26/10/2008 Un altro ordigno artigianale scoperto in tempo sabato al posto di blocco di Hawara, presso Nablus (Cisgiordania), addosso a un 17enne palestinese.

(Fonte: Israele.net)

Per utelriori informazioni cliccare qui e qui

Hebron (Cisgiordania): 550 uomini dell’ANP si dispiegano in città

M.O./ Forze Anp si dispiegano a Hebron, in Cisgiordania

Abu Mazen vuole rafforzare il suo controllo sul territorio

Hebron (Cisgiordania), 25 ott. (Ap) – Le forze di sicurezza palestinesi si sono dispiegate nelle ultime ore a Hebron, per rafforzare il controllo del presidente palestinese Abu Mazen sulla Cisgiordania. Circa 550 agenti hanno preso posizione nella cittadina, la terza della Cisgiordania, considerata una roccaforte del gruppo islamista Hamas.

Hamas ha preso con la forza il controllo della Striscia di Gaza nel giugno 2007, estromettendo le forze vicine al partito rivale al Fatah, e il presidente Abu Mazen vuole prevenire un’azione simile in Cisgiordania. Il dispiegamento degli agenti a Hebron viene effettuato in coordinamento con le forze israeliane. Nel centro della cittadina vivono centinaia di coloni, sotto strette misure di sicurezza. Le forze palestinesi non pattuglieranno le strade limitrofe alla enclave ebraica.

Hamas decreta la pena di morte per i membri di Fatah

Hamas decreta la pena di morte per i membri di Fatah

Hamas, pena di morte per ufficiali sicurezza Cisgiordania legati a Israele (Aki) – Il movimento islamico Hamas, che dal giugno 2007 controlla la Striscia di Gaza, ha chiesto che venga comminata la pena di morte a quei responsabili della sicurezza in Cisgiordania fedeli a Fatah, che hanno rapporti con Israele. Lo riferisce l’agenzia di stampa ‘Xinhua‘ (…)

Da AdnKronos

(Hamas lawmakers on Thursday called for executing security chiefs loyal to rival Fatah movement for making security liaison with Israel in West Bank.

The Hamas lawmakers considered the security liaison as “high treason that requires death penalty.” Forces of Palestinian President Mahmoud Abbas of Fatah control West Bank where Hamas accuses them of cracking down against the Islamic movement supporters.

The demands were made during a meeting for Hamas lawmakers in the Hamas-controlled Gaza Strip to discuss the issue of security coordination between Israel and Palestinian National Authority.

“It is time for President Mahmoud Abbas to say his word regarding the security liaison in West Bank,” said Mushier al-Masri, secretary of Hamas parliamentary bloc. “It seems Abbas to be standing still.”

Meanwhile, another lawmaker, Mohammed Shehab, called for Abbas and his Prime Minister Salam Fayyad, whose government controls the West Bank, to “stand before trial for their systematic crimes against the Palestinian resistance.”

The Palestinian Legislative Council has been disabled since Hamas took over control of Gaza Strip by force last year. Hamas lawmakers hold their sessions unilaterally in Gaza Strip while Fatah lawmakers do not participate in the sessions with an increasing argument about their legality.)

Esperimento

Hebron, servizi segreti Anp sventano attentati Hamas

MO: Hebron, servizi segreti Anp sventano attentati Hamas

Hebron, 12 Ottobre 2008 – I servizi segreti del presidente palestinese Mahmud Abbas (Abu Mazen) sostengono di essere riusciti a sventare una serie di attacchi orditi da Hamas a Hebron “contro il popolo palestinese, contro l’Anp e contro i suoi apparati di sicurezza”.

In una conferenza stampa tenuta oggi a Hebron, il cui contenuto viene riferito dalla agenzia di stampa Maan, il responsabile dell’intelligence palestinese in Cisgiordania Aqel a-Saadi ha accusato il movimento estremista islamico di essersi comportato in maniera irresponsabile quando i suoi quadri “hanno nascosto materiale esplosivo anche in zone residenziali”. “Abbiamo sventato un disastro” ha precisato l’ufficiale.

Entrando poi nei dettagli della operazione condotta dai suoi uomini a Hebron negli ultimi tre giorni, il responsabile di sicurezza ha precisato che sono stati scoperti laboratori per la produzione di armi e di ordini, capaci fra l’altro di confezionare corpetti esplosivi. Centosessanta armi da fuoco sono state requisite e diversi miliziani di Hamas sono stati arrestati mentre si preparavano “a scardinare la sicurezza e la stabilità” in Cisgiordania.

Queste attività di Hamas, ha precisato, sono tanto più gravi in quanto sono state scoperte mentre la direzione politica dell’Autorità nazionale palestinese sta cercando una formula per superare le divergenze con gli attuali dirigenti di Gaza: un accenno anche alla missione condotta oggi a Damasco da Abu Mazen.

Ticino News