Iran: impiccato perchè “Spia per Israele”

Dall’inizio dell’anno più di 200 esecuzioni in Iran

«Spia per Israele», impiccato un iraniano

Ali AshtarI (Afp)

Ali AshtarI (Afp)

Eseguita la condanna a morte dell’imprenditore 43enne Ali Ashtari, accusato di collaborare col Mossad

TEHERAN – È stata eseguita in Iran la condanna a morte dell’imprenditore Ali Ashtari, 43 anni, accusato e poi condannato lo scorso giugno alla pena capital perché sospettato di essere una spia assoldata dal Mossad, il servizio segreto di Israele. La notizia dell’esecuzione è stata resa nota da un funzionario del ministero dell’informazione iraniano citato dall’agenzia Isna.

LA MAGISTRATURA IRANIANA: «HA CONFESSATO» – «Il direttore generale del ministero dell’informazione, incaricato di contro spionaggio, ha annunciato l’impiccagione di Ali Ashtari, che era stato condannato a morte in giugno per spionaggio per conto del regime sionista», scrive l’Isna. Ma in un comunicato la magistratura iraniana fa sapere da parte sua che Ashtari è stato impiccato lunedì scorso. Si afferma inoltre che l’imprenditore avrebbe confessato. La condanna a morte fu pronunciata il 30 giugno scorso.

PIÙ DI 200 ESECUZIONI DALL’INIZIO DELL’ANNO – In Iran è stato inoltre impiccato un trafficante di stupefacenti, secondo quanto riferisce il quotidiano Etemad. L’uomo si chiamava Majid ed è stato giustiziato nel carcere di Bandar Abbas, nel sud del Paese. Il giornale non precisa la data dell’esecuzione. Il condannato era stato arrestato mentre trasportava a bordo del suo camion 109 chilogrammi di morfina destinati alla Turchia. L’impiccagione porta ad almeno 204 il numero delle sentenze capitali eseguite in Iran dall’inizio dell’anno, secondo fonti di stampa. Tra questi figura anche Ashtari.

(Fonte: Corriere della Sera, 22 novembre 2008 )

Iran: condanna a morte per una presunta “spia sionista”

IRAN: CONDANNA A MORTE PER UNA PRESUNTA “SPIA SIONISTA”

Teheran, 08:25 – L’Iran ha condannato a morte un cittadino riconosciuto colpevole di aver fatto spionaggio a favore di Israele. La notizia, data dall’agenzia ufficiale Fars, arriva mentre cresce la tensione tra Teheran e lo stato ebraico, con uno scambio di accuse sempre piu’ infuocato tra i due Paesi. La sentenza ai danni di Ali Ashtari, 43 anni, che era stato arrestato un anno e mezzo fa, e’ stata emessa da un tribunale rivoluzionario. L’uomo puo’ ancora presentare appello.

Repubblica.it