Iraq: Visitò Israele, deputato sunnita rischia la pena capitale

Iraq: Visitò Israele, deputato sunnita rischia la pena capitale

Mithal al-Alusi, deputato del Parlamento di Baghdad

Mithal al-Alusi, deputato del Parlamento di Baghdad

Il deputato iracheno Mithal al-Alusi rischia di essere incriminato nel suo paese per essersi recato in Israele, “reato” che può comportare la condanna a morte. Già una settimana fa il Parlamento di Bagdad, dominato dagli sciiti, aveva revocato l’immunità ad al-Alusi, ritenendolo colpevole di aver partecipato ad Herziliya, a nord di Tel Aviv, ad una conferenza internazionale sull’antiterrorismo.

Secondo una legge irachena degli anni ’50, chiunque visiti Israele è passibile di morte. Il deputato sunnita ha una doppia cittadinanza e si è recato alla conferenza viaggiando con il suo passaporto tedesco. Eitan Azani, uno degli organizzatori dell’evento voluto dall’ International Institute for Counterterrorism, ha dichiarato che al-Alusi “non era iscritto a parlare ma ha seguito i lavori e conversato durante una sessione sul terrorismo in Iraq, Afghanistan e Israele”.”Non l’avevamo invitato – ha anche aggiunto Azani – ma è venuto di sua iniziativa”.

Già nel 2004 il deputato aveva visitato Israele per la stessa conferenza. Pochi mesi dopo il politico sunnita rimase vittima di un attentato – di matrice sciita secondo gli osservatori – dal quale uscì illeso ma che costò la vita ai suoi due figli. Nelle ultime ore al-Alusi è stato accusato da molti suoi colleghi “di gettare il paese nella vergogna” per aver visitato uno stato “nemico”.

“Quello che è successo è una catastrofe per la democrazia”, ha dichiarato al-Alusi all’Associated Press, in un’intervista svolta nella sua abitazione a Baghdad. “Nel giro di un’ora – denuncia il deputato – il Parlamento è diventato il poliziotto, l’investigatore, il giudice, il governo e la legge. È stato un processo farsa”. Oltre alle visite in Israele, al-Alusi è in rotta di collisione con il mondo sciita per le sue affermazioni sull’Iran, “che è dietro Hamas, Hezbollah e molte altre organizzazioni terroristiche”, e sulla necessità di giungere alla pace con Israele.

(Agenzia Radicale, 24 settembre 2008 )

Annunci

Iraq: Usa, Al Qaeda usa ragazzini come kamikaze

Iraq: Usa, Al Qaeda usa ragazzini come kamikaze

iraq.jpg

Gli Usa accusano Al Qaeda di usare ragazzini per commettere attenti suicidi in Iraq. Lo ha dichiarato oggi un ufficiale americano, citando almeno due attacchi compiuti nell’ultima settimana. ”Noi non siamo nemmeno sicuri che uno di loro sapesse di essere utilizzato per portare una bombà’, ha detto il contrammiraglio Gregory Smith. Uno di questi attentati – ha precisato Smith – è stato compiuto vicino a Tikrit e l’altro in una scuola di Mossul.

Liberali per Israele