Gruppo di Gaza minaccia: rapiremo una soldatessa israeliana

Gruppo di Gaza minaccia: rapiremo una soldatessa israeliana

gilad-shalit-tzipi-livni1

“Così Gilad Shalit potrà mettere su famiglia”

Roma, 27 dic. (Apcom) – I Comitati di resistenza popolare della Striscia di Gaza minacciano di sequestrare una donna soldato israeliana se l’esercito israeliano lancerà un’offensiva di terra per fermare gli attacchi con i razzi Qassam. “Il movimento di resistenza sta pensando al sequestro di una donna soldato, e siamo certi che ci riusciremo”, ha detto il portavoce dei Comitati, Abu Abir, al quotidiano Arb al Dahel, secondo quanto riporta Ynet, l’edizione online dello Yedioth Ahronoth.

In questo modo – ha aggiunto il portavoce – Gilad Shalit (il caporale israeliano tenuto in ostaggio dai miliziani palestinesi vicini ad Hamas dal giugno 2006, ndr.) potrà mettere su famiglia, e ci sarà un negoziato per il rilascio della famiglia Shalit”.

Abu Abir ha fatto poi intendere che il soldato non si trova nella Striscia: “Anche se Israele pensa di entrare a Gaza, o anche di buttare una bomba atomica per cancellare Gaza, non riuscirà a uccidere Gilad Shalit”.

Dalla fine della tregua informale, scaduta il 19 dicembre, si sono intensificati i lanci di razzi Qassam verso le comunità israeliane al confine, e l’esercito israeliano si sta preparando a lanciare una offensiva limitata contro i gruppi armati responsabili degli attacchi.